Avvisi, Seminari, Conferenze

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
Data : Domenica 4 Settembre 2022
5
6
7
8
9
10
11
Data : Domenica 11 Settembre 2022
12
13
14
15
16
17
18
Data : Domenica 18 Settembre 2022
19
20
21
22
23
24
25
Data : Domenica 25 Settembre 2022
26
27
28
29
 

"Per una nuova casa italiana"

Categoria
Seminari e Conferenze
Data
Martedì 15 Giugno 2021
Luogo
Piattaforma MsTeams: https://rb.gy/i26lku (copia/incolla il link e collegati)

scarica il programma in PDFIl convegno in oggetto intende compiere una serie di riflessioni su questi temi, con una serie di interventi così suddivisi: la mattina gli interventi dei docenti/architetti invitati; il pomeriggio gli interventi di dieci giovani studiosi e ricercatori selezionati dal comitato scientifico grazie ad una call aperta. Esso si articolerà in due sezioni:

1. Interventi sul Patrimonio 
2. Nuovi modelli/Nuove Tipologie.

Il convegno sarà aperto a tutti gli studenti unipi, su piattaforma Microsoft Teams o similare dedicata e rispetterà le linee guida d’ateneo per la parità di genere. Gli interventi selezionati saranno poi raccolti in una pubblicazione a cura della Pisa University Press.


PROGRAMMA

SESSIONE DELLA MATTINA

08.30 Inizio attività e collegamento

09.00 Saluto del direttore del DESTeC Prof. Rocco Rizzo

09.05 Saluto del Direttore del CdL in Ingegneria Edile-Architettura dell’Università di Pisa Prof. Marco Giorgio Bevilacqua

09.10 Saluto del Coordinatore della Biennale di Pisa - Arch. Massimo Del Seppia

09.15 Introduzione Prof. Luca Lanini

  • 09.30 Casa e basta casa e altro un bel dilemma - Prof. Cherubino Gambardella
  • 09.50 Dal focolare al focolaio - Prof. Imma Forino
  • 10.10 Arw architects :due idee per l'abitare - Arch. Camillo Botticini
  • 10.30 Come vivere, come condividere? - Prof. Maria Argenti
  • 10.50 Casa come me - Arch. Alfonso Femia
  • 11.10 Rifondazioni. Il territorio della casa - Prof. Sara Marini
  • 11.30 La casa per tutti: la casa italiana post-pandemica - Prof. Luca Molinari
  • 11.50 Private / common / public. Nuove prospettive per la casa post quarantena - Prof. Luca Reale
  • 12.10 Abitare singolare plurale - Prof. Lina Malfona
  • 12.30 L’evoluzione del mondo dell'abitare: il contributo dell’edilizia industrializzata - Ing. Giovanni Spatti
  • 12.50 La casa possibile : un tema sempre attuale da affrontare con un approccio diverso - Ing. Davide Albertini Petroni
  • 13.10 Uno spazio abitativo reversibile - Arch. Giordana Ferri
  • 13.30 Il Progetto 10.000 e le sue applicazioni - Arch. Andrea Sica

SESSIONE POMERIDIANA

15.00 Introduzione primo gruppo - Prof. Enrico Bascherini

  • 15.10 Abitare oltre la soglia. Residenze collettive intergenerazionali per i centri storici minori - Flavia Piacenti
  • 15.25 Riuso e trasformazione delle Vele di Scampia - Laura Izzo
  • 15.40 Shared House : Dalla casa di passaggio alla silent piazza - Michela Bassanelli
  • 15.55 La sottile tensione fra distinzione e integrazione nella casa, spazio di soglia - Marta Averna
  • 16.10 Lo spazio domestico “del domani" - Ester R. Mussari, Valentina Palco

16.25 Introduzione secondo gruppo - PhD Andrea Crudeli

  • 16.35 Together Apart - Elena Elgani
  • 16.50 Super domus - Gino Baldi
  • 17.05 Abitare in pandemia: la casa mediterranea come modello - Angela Fiorelli
  • 17.20 Non finito architettonico e progetto della residenza collettiva - Gaspare Oliva, Michele Pellino

17.35 Tavola Rotonda coordinano Prof. Enrico Bascherini e PhD Andrea Crudeli

18.30 Chiusura Convegno


Il Laboratorio di Ricerca Per una Nuova Casa Italiana ha il suo centro nell’implementazione dell’edilizia sociale italiana secondo strategie Alta performance/Basso costo. Una ricerca che coinvolge molte delle diverse culture scientifiche rappresentate nelle nostre Scuole: l’architettura, l’urbanistica, l’ingegneria civile (soprattutto nel suo filone strutturale), l’ingegneria energetica e che lega l’operato dei loro docenti, ricercatori, assegnisti di ricerca, dottorandi, borsisti, laureandi.
Alla luce del tempo che abbiamo forzatamente trascorso nelle nostre “case italiane”, ci sembra interessante condividere le considerazioni che abbiamo avuto modo di svolgere come progettisti e studiosi di architettura nell’ultimo difficile anno all’interno della nostra comunità scientifica attraverso un convegno.
Scopo di questo convegno è fare il punto, anche in base al quantum leap cui si accennava in precedenza fatto durante la pandemia, sulle innovazioni possibili per il grande patrimonio residenziale pubblico italiano e fornire allo stesso tempo una bozza di programma per “la Nuova Casa Italiana”.
La casa sociale, la “casa per tutti”, è un punto nodale per l’esperienza architettonica italiana, un tema dove in alcuni anni (dagli anni ’30, fino a tutti gli anni ’70) si sono accumulate tutta una serie di riflessioni che hanno costituito uno degli specifici poetici e tecnici della nostra architettura. Una trasmissione democratica e progressista del benessere, della tecnica e della bellezza. Tanto che ancora oggi tutti ricordiamo come dei grandi momenti di definizione della nostra identità civile nazionale il QT8 di Bottoni, la Martella di Ludovico Quaroni, il Tuscolano di Adalberto Libera. Come la grande, titanica esperienza dell’ INA-CASA, ha avuto un ruolo guida nella ricostruzione del Paese e nella risoluzione di un drammatico problema abitativo e che ancora oggi rappresenta un grande catalogo di sperimentazione tipologica, tecnologica e linguistica.
Oggi non solo quel patrimonio è a rischio, ma la casa – a iniziare dalla sua adeguatezza alla vita contemporanea in termini costruttivi, distributivi e di senso generale – è tornata ad essere un problema per milioni di italiani. Riteniamo d’altra parte che tutti i momenti di rifondazione del nostro Paese abbiano avuto come centro il tema della casa. Proprio perché la casa registra le innovazioni tecniche e le differenti ideologie dell’abitare, determina l’identità di una comunità: identità come tradizione, ma anche e soprattutto come speranza nel futuro. La sfida che ci troviamo ad affrontare come architetti e ingegneri è titanica. Ma è in fondo sempre la stessa per ogni generazione. Anche se per pochi anni, anche se con una stabilità concettuale temporanea: costruire la Casa Italiana del nostro tempo.


COMITATO

Direzione scientifica: Maria Argenti, Camillo Botticini, Alfonso Femia, Imma Forino, Cherubino Gambardella, Luca Lanini, Lina Malfona, Sara Marini, Luca Molinari, Luca Reale.

Comitato Editoriale: Enrico Bascherini, Andrea Crudeli

Organizzazione: Silvia Maria Antoni, Elisa Barsanti, Irene Guadagni, Gaja Guadagni

 
 

Powered by iCagenda